In tua assenza

8 variazioni sull'Aria delle Variazioni Goldberg di J. S. Bach
per pianista assente

musica di Roberto Conz

ABOUT

Il ciclo In tua assenza si basa sull’idea di un’eco di un testo originale assente. L’assenza e la memoria. Le Variazioni Goldberg sono state usate come Ur text. Per il loro significato storico, certo, ma anche per un loro senso più personale, nelle nostre private biografie. Il testo è stato trattato con un software che crea sequenze di echi MIDI cancellando contemporaneamente la nota originale che li genera. Abbiamo così echi di un originale assente.


Ogni eco è successivamente randomizzata facendo in questo modo esplodere il tessuto della composizione entro un processo stocastico.
Di fronte ad un testo che ha ormai perduto ogni ipotesi di significato (nessuna analisi è più possibile) ancora la nostra memoria lavora, proiettandovi figure. Possiamo allora quasi riconoscere un gesto, qualche cadenza. Quelle della nostra storia forse. Come in un linguaggio che abbia perso ogni comunicabilità ma che ancora ci risuoni in qualche modo familiare, ricordandoci luoghi che abbiamo amato.


Dopo la caotica esplosione del significato creata dal processo stocastico, si torna così ad una sorta di personale lavoro archeologico, portando in evidenza un qualche intravisto frammento di discorso che tenti ancora, cocciutamente, d’essere condiviso. Ricercando una possibile sintassi
per una lingua frantumata.


Nella tradizione dei pezzi ineseguibili affidati al player piano, il suono di questa partitura è prodotto da un computer con pianoforte campionato Steinway.

TRACKLIST

ACQUISTA IL CD

SHOP WITH PAYPAL
Prezzo e Opzioni (spese di spedizione escluse)
DIGITAL DOWNLOAD

RELATED INFO

More Info

artwork di copertina Roberto Conz
design Valentina Nanni | W
SOCIALS