Àrduo

 

Alberto Capelli [flamenco guitar, mohan veena – left channel] 

Rocco Papìa [7strings flamenco guitar – right channel]

ABOUT

Rocco Papia (Jacaré) e Alberto Capelli (Alkord, Toroya) fondono in Àrduo le loro marcate personalità in una relazione osmotica e sinergica tra la chitarra (7corde) brasiliana e la chitarra flamenca. Come due affluenti che sfociano nel medesimo grande rio, i due talentuosi musicisti italiani fissano l’orizzonte su medesime rotte espressive. Infatti, se Papia rivela una maggiore inclinazione romantica, intimista e ritmico-latina, l’irruente tocco del flamenchismo di Capelli incarna quel tipico torpore della passione gitano-andalusa, ma sa regalare anche brillanti momenti con arie e arpeggi dalla venatura elegiaca, come foglie cadute nella brezza della sera. Tale è comunque la complicità delle singole corde da farne trasfigurare le paternità compositive. Nelle fasi più suggestive subentra invece la mohan veena indiana, profumando d’oriente i bagliori di meditazioni notturne. Il territorio comune rimane quello di una inclusività libera e vagabonda di sfumature e influenze, che ripercorre tutta la vibrazione stilistica dell’universo colto e popolare brasiliano e la tensione dell’etno-jazz d’avanguardia. Tutti elementi che fanno di Àrduo un compendio creativo di preziosismi chitarristici, nel solco di una poetica che da Egberto Gismonti a Paco De Lucia, passa attraverso Ralph Towner e gli Oregon, fino ai raga di Shakti e John Mclaughlin. (di Andrea Maria Simoniello)

Scarica il Press Kit

TRACKLIST

ACQUISTA IL CD

SHOP WITH PAYPAL

buy on a Simple Lunch Store

RELATED INFO

More Info

rec february 2018 by Roberto Passuti
at Spectrum Studio, Bologna (Italy)
#06. rec february 2018 by Maurizio Piancastelli
at PiancaStudio, Bologna (Italy)
mixed & mastered march 2018 by Raùl Cuevas
at Kitflu Sound Studio, Barcellona (Spain)
Alberto Capelli and Rocco Papìa play Giulio Cantore Guitars

produced by a simple lunch

artwork di copertina Vanni Spazzoli
courtesy L'Ariete Artecontemporanea
design Valentina Nanni | W
SOCIALS