Blow Up - Febbraio 2018

88 WALLPAPER SONG - CANZONE DA PARATI - RECENSIONE DI DIONISIO CAPUANO

Uscito prima in edizione limitata per gli 88 partecipanti, questo divertito e immaginifico omaggio alla musique d'ameublement di Éric Satie è l'oggetto mancante nella playlist dello scorso anno. 

Ogni musicista invitato ha contribuito con una composizione di un minuti e trenta, accludendo una breve descrizione di dove ascoltarla e cosa fare durante l’ascolto. Potrete ben immaginare (ma secondo me no) le tipologie di situazioni ed azioni prescritte, tra il quotidiano assurdo e il semi-performativo. E le musiche? Un caleidoscopio di soluzioni sonore, stilisticamente varie - impossibile dar democratico conto di tutte-, tutte coerenti con lo spirito nobile e sobillante del compositore francese. L’ascolto diventa un grande gioco, un puzzle emozionale, ogni singolo pezzo una tessera con la quale ricomporre la nostra perduta visione dell’arte della fantasia e della vita. Ad ogni ascolto vi apparirà un’immagine differente, soprattutto se usate la funzione random, magari con un lettore multi discs che vi permette di suonare i due cd. 

É imbarazzante citare solo qualcuno lasciando gli altri autori nel non detto. Ma vale la pena di dare un’idea del livello e mi limito a menzionare quelli (a me) più noti e/o dei quali in qualche maniera ho parlato in queste pagine. 

Gianno Lenoci, i Santini del prete, Mauro Sambo, Giacomo Salis, Matilde Samdo, Dirk Bruinsma, Amy Denio, Paolo Chagas, Cane Capovolto, N.N., Eugenio Sanna, Stefano Giust, Le forbici di Manitù, Paolo Sanna, Stefano Zorzanello. E via musicando. 

Un percorso casuale potrà portarvi dalla parodia - carillon di We Are the Campion di Wood&Wool, (da ascoltare in "luogo adatto a collaudo 'test crash' impegnati a smontare e rimontare un modellino di moto), all'impro vivace e giocoso di Giuseppe Savino & Collettivo NED, (adatta alla fermata dell'autobus mentre guardate il passaggio di una gnocca (sic...!) nuda con l'ombrello). Ed in mezzo (prima, dopo, sopra, sotto, a destra e sinistra) ci sono altri sentieri sonori che si biforcano. 

Roba preziosa e viva.

 

Dionisio Capuano

MORE_INFO

Letto 354 volte Ultima modifica il Giovedì, 15 Marzo 2018 14:08